X

Prima di andare via....


Dati trattati secondo ultima normativa sulla privacy

Le alghe in cucina

LE ALGHE IN CUCINA

SONO FACILI DA USARE

Usare le alghe in cucina è molto facile e non richiede una particolare preparazione o esperienza. Non è necessario eseguire ricette complicate o usare ingredienti esotici difficilmente reperibili.

INIZIA CON I FIOCCHI O LA POLVERE

Alghe in fiocchiSemplicemente puoi iniziare ad aggiungere le alghe disidratate in fiocchi oppure in polvere nei piatti che cucini tutti i giorni. Ne basta un pizzico da aggiungere qua e là per poterti rendere conto di come questi nuovi sapori e profumi così intensi siano in grado di cambiare la tua prospettiva sul modo di aromatizzare i tuoi piatti.

OGNI ALGA UN GUSTO NUOVO

Naturalmente ogni alga ha il suo gusto unico e particolare cosi come sai distinguere il sapore di una zucchina, un pomodoro e una carota allo stesso modo sarai in grado di percepire la differenza tra la Dulse, la Wakame e la Lattuga di mare. La quantità è importante e all’inizio ti conviene stare scarso con le quantità e dosare le alghe come se fossero spezie in modo da aggiungere una nota di novità ai tuoi piatti preferiti senza imporle in modo troppo invasivo al tuo palato e a quello dei commensali.

POCHI GRAMMI DI ALGHE AL GIORNO PER SENTIRSI PIU’ IN FORMA

E’ probabile che tu stia cercando di avvicinarti alle alghe perché hai letto ho sentito dire che hanno molte proprietà e fanno bene alla salute. Ricordati che anche pochi grammi di alghe al giorno posso dare un contributo significativo dal punto di vista nutrizionale perciò, se vuoi beneficiare delle loro proprietà per uno scopo salutistico, non è tanto importante la quantità ma la frequenza d’uso; quindi poche ma tutti i giorni.

COME SI USANO

Ricetta con algheMa per venire al pratico vediamo in che modo puoi usare le alghe pur essendo neofita. Praticamente puoi metterle ovunque ma cerca, all’inizio, di usare le alghe in polvere oppure quelle in fiocchi così non dovrai fare niente di particolarmente complicato. Tanto per cominciare puoi aggiungerne un pizzico a guarnire nei primi piatti che sia pasta, riso o cereali. A guarnire perché così non obblighi nessuno a mangiarle e allo stesso tempo puoi percepire il profumo e notare la macchia di colore nel piatto. Certo, dopo aver mischiato riuscirai a percepire solamente un aroma nuovo e sicuramente lo troverai gradevole. Così nello stesso modo puoi aggiungerle nei secondi piatti che siano di carne, pesce o vegetariani. A guarnire oppure in cottura se preferisci, ma il discorso non cambia, finchè non ti sarai abituato usane sempre poche. Puoi aggiungerle alle insalate, abbinarle ai formaggi, alle macedonie di frutta e finanche ai dolci, Puoi usarle per preparare sughi e condimenti, salsine e paté, tartare e gustosissimi aperitivi.

IMPARIAMO A RICONOSCERLE

Come dicevamo prima, ogni alga ha il suo gusto perciò è probabile che qualcuna ti piacerà più di qualche altra. All’inizio sarà tutta una scoperta e l’unica precauzione che ti possiamo consigliare è di dosare con molta prudenza. Ma vedrai che ben presto inizierai a riconoscere i sapori e potrai scegliere e dosare a piacere. Una volta che avrai imparato ad apprezzarne i sapori sarà più facile approcciare le alghe intere e potrai iniziare ad usare le foglie per esprimere tutta la tua creatività in cucina con questi meravigliosi vegetali marini. A questo punto noterai che ogni alga, oltre al suo colore, sapore e profumo ha anche una sua forma ed una sua consistenza. Per questa ragione in taluni casi potrai usarle crude mentre in altre circostanze sarà consigliabile un certo tipo di cottura o preparazione in base alla ricetta che vorrai preparare: scottate, bollite, stufate, al vapore, al forno, saltate, fritte, grigliate, latto fermentare, marinate. Le foglie di alghe disidratate in genere si fanno rinvenire in acqua prima di utilizzarle e sono sufficienti pochi minuti per riportarle alla loro consistenza, forma e colore originali. Se le circostanze lo consentono poi si può riutilizzare l’acqua di ammollo per la preparazione della ricetta per recuperare tutti i preziosi Sali minerali di cui le verdure marine sono ricchissime.

LE MICROALGHE IN CUCINA

SpirulinaE’ necessario aggiungere una nota particolare che riguarda le microalghe come Spirulina e Chlorella. In questo caso stiamo parlando di microorganismi che non hanno una forma e non si presentano in foglie bensì in polvere o piuttosto in piccoli frammenti masticabili (Chrunch). Il sapore delle microalghe non è salato come quello delle alghe marine e quindi si può prestare molto più facilmente agli abbinamenti con i sapori dolci e acidi della frutta. Il modo più semplice e immediato di usare questo tipo di alghe è quello di preparare dei favolosi energy drink che potrai gustare per colazione oppure in una pausa nel corso della giornata.

GLI SMART FOOD: PRATICI ED EFFICACI

Se poi preferisci qualcosa di già pronto e completo sia dal punto di vista del gusto che da quello nutrizionale puoi orientarti verso gli Smart food. Puoi aggiungerne un paio di cucchiaini in un succo di frutta oppure nello yougurth, e se hai più tempo e possiedi l’attrezzatura necessaria puoi provare ad aggiungere gli Smart Food ai tuoi centrifugati o estratti di frutta e verdura. Il gusto non ne risentirà, anzi diventerà più intenso e la presenza delle alghe ti darà una carica di energia supplementare nel corso delle ore successive.